Hai vissuto una vita intera con una persona eppure sono relativamente pochi gli istanti in grado di rievocare chi sia e che cosa sia stato fra voi come in una reazione a catena. Ogni istante crea una storia differente e non c’è una di queste che sia più vera di un’altra perché siamo tante persone e tante vite in una; una vita densa di moltitudini spesso incoerenti di vite che pure trovano posto in un insieme apparentemente coerente come la creatura del dottor Frankenstein.
In densi manuali di fisica, matematica, astronomia… trovi spiegato l’universo intero eppure, anche se riuscissi a ricordare tutto in uno stesso momento e tutto insieme, non avresti lo stesso effetto che il risuonare di una semplice formula matematica, come quella della relatività, ad esempio, può creare guardandola, meditandola, ripensandola, lasciando che produca il suo effetto a catena, come un’aria sinfonica che risuona nella mente tutto il giorno amplificandosi gioiosamente e potentemente per tutto il tuo pellegrinare.

Non c’è bisogno di tante parole per generare un testo.
C’è bisogno di un grande lettore o almeno di un lettore paziente e fiducioso.
Le parole hanno solo da produrre risonanze, per ogni lettore differenti, mai le stesse, come il rosso o il giallo sono per tutti lo stesso colore e per ognuno diverso in relazione alle evocazioni e alle risonanze che in ognuno di noi per lo più inconsciamente evocano e ulteriormente differenti per il momento del giorno che ci scopre un altra persona rispetto a qualche momento prima, eppure sempre lo stesso.

Il testo è dentro di te.
Quello che leggi è il diapason che serve a far risuonare l’ordito che è solo tuo.
Ma devi saperlo leggere e farlo senza fretta perché la risonanza possa agire.
Se colpisci il diapason e poi lo smorzi subito con la mano convinto di aver già posseduto tutto nell’ascolto della nota che genera non avrai fatto emergere la sinfonia che si trova in te e non nel diapason e meno che mai nella nota che produce.

Non servono tante parole per scrivere una lunga storia, ma c’è bisogno di un lettore paziente e fiducioso che la lasci sviluppare come un universo in sé.

Powered by Journey Diary.