Bene o male, uccidiamo

Siamo tutti assassini per delega. Viviamo e viviamo in questo modo perché da qualche altra parte qualcuno sta uccidendo altri esseri viventi, compiendo genocidi, estinguendo specie viventi. Poco importa che non ci stiamo sporcando le mani, che non lo si voglia, che lo si combatta, che si sia animalisti o vegani: ogni santo è tale grazie ad un peccatore e se la singola coscienza può crescere è soprattutto grazie alle colpe altrui. Per questo la salvezza dal male su questa terra potrà essere solo un risultato medio statistico basato sul raggiungimento della quiete dal desiderio e dall’attaccamento di tutta la popolazione animata del pianeta.

Ovviamente si tratta di un’utopia, ma è avendo questa utopia nella mente e né la giustizia, la crescita, il benessere, il buonismo, l’indignazione o altre retoriche simili che potremo fare del bene al mondo e ai suoi abitanti.

Paradossalmente, ad ogni santo è stato permesso di diventare tale soprattutto da moltitudini di peccatori dannati, il più delle volte ciechi e stupidi, ma spesso consapevoli della dannazione che accettavano di assumersi.

“Never judge anyone shortly because every saint has a past and every sinner has a future” Oscar Wilde

#shaman #book

Powered by Journey Diary.