Come Potocki

Clear Sky, 1°C

Via alla Chiesa, 10, 10154 Torino TO, Italia

Come Potocki

Cesellò giorno dopo giorno la sua domanda per renderla perfetta e così priva di imperfezioni o rilievi tali da generare il benché minimo attrito che, quando dopo un tempo infinito la considerò pronta, comprese come anche la più perfetta delle risposte l’avrebbe ignobilmente violata.

Nota a margine: "Ci sono opere così inscindibilmente legate al vissuto del loro autore, da non poterne essere separate. È il caso del “Manoscritto trovato a Saragozza”, che riflette pienamente l’animo, la cultura, le peregrinazioni e l’inquietudine del conte Jan Potocki. Erudito, sostenitore delle idee giacobine, sedotto dal pensiero progressista, il nobiluomo polacco era però affascinato dall’insondabile dinamica dell’inconscio e del misterioso, l’ingovernabile che sfugge a regole precostituite. E così, ogni sera, al capezzale della moglie ammalata, era solito leggerle le storie fantastiche che scriveva durante il giorno, e che poi costituiranno il nucleo centrale del “Manoscritto”. Dopo la morte della moglie, divenuto preda di terribili nevrastenie, Potocki iniziò a limare la palla d’argento del coperchio della sua teiera, fino a darle la forma voluta di una pallottola, con cui si diede la morte nel dicembre del 1815" https://www.sololibri.net/Manoscritto-trovato-a-Saragozza.html

Powered by Journey Diary.